Blogger del mese: Rosanna Lia

Ciao lettori, 

Per il giorno dedicato al gentil sesso, abbiamo intervistato una donna che dire bella è assolutamente riduttivo, simpatica, dolce e con una voce incantevole. Bravissima blogger fuori dall’ordinario. Lei ci fa vivere le storie, e le definisce con stile ed eleganza. Una blogger assolutamente da conoscere e seguire.

Cari lettori, abbiamo per voi Rosanna Lia del blog letterario ” La narratrice di sogni “.

rosanna lia

INTERVISTA A ROSANNA LIA DEL BLOG  ” LA NARRATRICE DI SOGNI” a cura di Iana Pannizzo

D: Ciao Rosanna, grazie per accettato questa breve intervista al blog un libro per amico-recensioni. Cominciamo con la prima domanda che ci permetterà di conoscerti meglio. Chi è, in breve, Rosanna Lia e quando comincia “l’avventura blogging”?

R: Ciao Iana!
Ho accettato con vero piacere e ti ringrazio davvero tanto per avermi ospitata sul tuo blog! Sono una persona curiosa che coltiva molte passioni. Ho sempre amato i libri ed è stato naturale creare una pagina web su cui lasciare una traccia di questo grande amore che mi accompagna da sempre. Nel 2016 ho pensato di affiancare al blog tradizionale un canale Youtube dedicato alla lettura ad alta voce, questo mi ha spinto a diventare una “Booktuber” e narratrice di audiolibri.

D: Un modo diverso di fare blog. Parlaci di questo lavoro?

R:  Prima di lanciarmi in quest’avventura mi sono presa un bel po’ di tempo per riflettere: volevo creare un blog “alternativo” per le persone che, come me, non scelgono un’opera basandosi sulle recensioni ( ho l’abitudine di leggerle solo dopo aver affrontato un libro, mai prima… non so dire perché!), ma sulle emozioni suscitate dallo stile di scrittura dei vari autori. Ho scoperto così di essere più propensa a diventare una blogger e di preferire la comunicazione verbale a quella scritta. 
Sul mio canale pubblico video organizzati in tre fasi: una breve presentazione dell’autore, un booktrailer e una lettura ad alta voce di un brano del romanzo protagonista dell’episodio. Da qualche tempo mi diverto anche a utilizzare piccoli “effetti speciali”, mentre all’inizio i miei video erano un po’ più“spartani”!

D: Su che base scegli un determinato passo? Come avviene la scelta di un estratto?

R:  Di solito scelgo l’incipit perché ritengo abbia più senso: è leggendo le prime pagine di un’opera che si decide se la lettura possa essere accattivante o meno, almeno per quanto mi riguarda. Di solito gli autori con cui collaboro sono d’accordo con la mia scelta di partire dall’inizio.

D: Un libro o un autore rimasto particolarmente nel cuore e perché?

R:  In linea di massima faccio amicizia con gli autori con cui collaboro, quindi sono molti gli scrittori che mi sono rimasti particolarmente impressi per il loro stile di scrittura.
Ho amato moltissimo “La luna in gabbia” di Maria Sardella perché i suoi personaggi avevano pensieri che somigliavano moltissimo ai miei. Poi ricordo con grande divertimento il libro autobiografico di Andrea Pasquale: “Le tribolazioni di un italiano in Cina”, che più di una volta ha rischiato di farmi cadere dalla sedia. Adoro i racconti di Gianfranco Martana, che ho avuto l’onore di narrare per il mio canale, e presto vedranno la luce sotto forma di libro per le edizioni Ensemble… vorrei fare anche altri nomi ma l’elenco sarebbe troppo lungo!

D: L’ascolto, saper ascoltare davvero, una capacita quasi perduta nel caos dei propri pensieri. Qual è il tuo punto di vista?

R:  Penso che ascoltare sia di vitale importanza: ci permette di comprendere meglio il mondo che ci circonda, di essere più vicini alle persone a cui teniamo e anche di capire meglio noi stessi. Quando si impara ad ascoltare (secondo me è un’arte che può essere appresa senza problemi!) ci si rende conto che non tutte le parole che vorremmo dire sono necessarie.

D: Recentemente hai contribuito alla nascita di un audio racconto horror. Parlaci di questa esperienza?

R:  Far nascere un audioracconto è sempre una bellissima esperienza: bisogna narrare il racconto ma anche editare e correggere il file audio ottenuto, allo scopo di fornire agli ascoltatori un prodotto di qualità. Un audio di mezz’ora, per esempio, può richiedere anche 2/3 ore di lavoro.
Finora ho sempre realizzato narrazioni per il mio canale, ma da alcuni mesi collaboro con canali amici e presto la voce ad autori che stimo moltissimo.
Ho narrato diverse storie per un canale molto bello e seguito che si chiama “Zelcor, storie horror e del mistero” e da qualche settimana a questa parte è possibile ascoltare la mia voce anche su “La zona morta”: in entrambi i casi le persone che gestiscono i canali youtube che ho citato scrivono di proprio pugno le magnifiche storie messe a disposizione del pubblico.

Rosanna noi ti ringraziamo per il tuo tempo e ci rivediamo alla prossima intervista.
Sono io che vi ringrazio per avermi offerto questa gradita opportunità!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...