AI CONFINI DI REINKAR DI ALESSIA FRANCONE COVER REVEAL

Ciao lettori, 

E’ con immenso piacere che vi annuncio l’uscita del quarto e ultimo libro di Reinkar di Alessia Francone. L’uscita è prevista per il primo maggio. Un romanzo atteso per chi, come me, conosce la storia di Selene, regina e maga di Reinkar. Per coloro che invece non hanno mai avuto il piacere di leggere i romanzi della Francone, direi che questo sia il momento propizio.

Il ciclo di Reinkar è avvincente, commovente, avventuroso e per alcuni versi romantico. Alessia Francone, autrice più unica che rara nel  genere fantasy, sa come conquistare e fare innamorare i suoi lettori.

Alessia è un’autrice del collettivo scrittori uniti ( CSU ) e pertanto potrete incontrarla alle prossime fiere per scoprire che oltre ad essere una bravissima autrice è anche una donna fantastica. 

Iana.

Autori CSU: Alessia Francone 

Autrice: Intervista ad Alessia Francone

 

Copertina_anteriore_confini

Autore: Alessia Francone
Titolo: Ai confini di Reinkar
Serie: Il ciclo di Reinkar, volume 4
Link ai precedenti volumi della saga:
https://store.streetlib.com/it/alessia-francone/la-maga-di-reinkar
https://store.streetlib.com/it/alessia-francone/i-nemici-di-reinkar
https://store.streetlib.com/it/alessia-francone/i-segreti-di-reinkar
Prezzo copertina cartaceo: 15,49
Prezzo copertina ebook: 2,99
Data di uscita: 1 maggio (vale soprattutto per l’ebook, per il cartaceo ci vorrà qualche giorno in più perché sia disponibile sugli store)

Estratto:

La foresta era buia e impenetrabile. Il gruppo proseguì a lungo alla ricerca di un
luogo dove sostare; era ormai notte fonda quando, uscendo da un ammasso di cespugli, i
sovrani e gli altri si ritrovarono su una vecchia strada lastricata. Se si escludevano alcune
pietre smosse e l’erba cresciuta tra gli interstizi, era ancora abbastanza in buono stato. Il
temporale si era trasformato intanto in una violenta tempesta, che non accennava a placarsi.
– Chissà dove conduce questa strada. – si chiese Dreißen.
– Proviamo a percorrerla, forse troveremo un luogo asciutto dove sistemarci. – suggerì la
regina, avviando il cavallo lungo l’antico sentiero. Arne, il capitano e le ancelle la seguirono,
imitati dagli scudieri e dalle guardie. Circa mezz’ora dopo, a conferma dell’ipotesi di Selene,
incontrarono quelle che sembravano vetuste mura di cinta in rovina. La via lastricata si
incuneava tra di esse, proseguendo poi tra gli alberi. I viaggiatori si scambiarono un’occhiata
e andarono avanti, spinti da una vaga curiosità.
Fatta eccezione per i rumori provocati dai tuoni, dalla pioggia e dal vento, intorno a loro
regnava un insolito silenzio; sembrava che la foresta fosse totalmente priva di vita animale,
oltre che umana. All’improvviso, dopo una svolta, si trovarono di fronte a qualcosa di
assolutamente inaspettato.
La strada terminava in un ampio piazzale, invaso dalle erbacce e attraversato da un lago nero
e silenzioso. Su entrambi i lati dello specchio d’acqua si ergeva un possente edificio. La
debole luce magica di Selene e quella livida dei lampi scolpivano le torrette e le scale di un
tetro maniero, costruito con grandi blocchi di pietra squadrati. Un ponte collegava le due ali
del castello, scavalcando il lago in una campata ardita. Dalle numerose finestre a bifora non
proveniva alcuna luce; sembrava che il palazzo fosse disabitato. Anche il grande portale era
inspiegabilmente aperto. Una nebbiolina impalpabile velava il luogo, avvolto da un’atmosfera
di tenebre e mistero, che in quella notte di tregenda era ancora più inquietante.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...