CSU in collaborazione con Stella e Aratro. Carezze di Fuoco. Recensione a cura di Iana Pannizzo

Il libro che prende il titolo ” Carezze di Fuoco” comprende racconti e poesie che trasmettono un messaggio forte e importante come quello della violenza sulle donne.

Gli autori e le autrici fanno parte del Collettivo Scrittori Uniti (CSU) e hanno contribuito a far nascere l’opera distinguendosi per la scrittura elegante ma decisa.

Non è facile parlare di un argomento scottante che si dovrebbe ricordare tutti i giorni e non soltanto il venticinque novembre ( giornata mondiale contro la violenza sulle donne). I racconti (a parte un paio particolarmente lunghi) sono molto brevi e spingono il lettore a riflettere sulla condizione che molte donne subiscono a causa di un rapporto malato, superbo e prepotente. Ci inducono a sensibilizzarci e chiederci non solo il perchè ma anche a ciò che si potrebbe fare per evitare situazioni e azioni che uccidono l’anima, spesso con un punto di non ritorno.

Leggendo Carezze di Fuoco, ho cercato di immedesimarmi nelle situazioni dei vari protagonisti di queste storie.

Non si percepisce soltanto il dolore fisico. Il gelo arriva dalle parole, dall’indifferenza, dagli insulti, dall’emarginazione. Le lacrime delle donne violate scendono nel cuore come sangue ormai rappreso perchè non si ha la forza di denunciare e ricominciare a vivere perchè la paura di sprofondare in un inferno più orrendo non permettono al coraggio di ribellarsi.

Sono tutte storie che lasciano i segni indelebili del dolore e della vergogna e i motivi possono essere molteplici. Perché succede?

Probabilmente perchè si scambia la gelosia morbosa per amore, quelle attenzioni che alle donne piacciono tanto senza rendersi conto che una morsa stringe ogni giorno prima impercettibilmente e poi via via con più forza.

Probabilmente succede perchè si attribuisce alla persona a cui si dà fiducia e amore, totale devozione rischiando di annullarsi, sbagliando. E così si sopporta, in silenzio, dal primo schiaffo.

C’è la vergogna di esporsi e di rendersi fragili, la vergogna di se stessi che solo un corpo violato conosce, quella sensazione di sporco che non va via con la doccia e c’è quel sapore amaro di sconfitta che strozza le lacrime in gola fino a far scoppiare il cuore.

Carezze di Fuoco è indubbiamente uno di quei libri che si dovrebbe far leggere a scuola, leggere e commentare con gli insegnanti per poi lasciare libero sfogo alle sensazioni anche in casa con i genitori, perchè tra i racconti si parla anche di insegnanti e adolescenti e perchè le lezioni di vita a volte sono più importanti di un libro di testo.

E’ uno di quei libri che ogni donna dovrebbe leggere, anche da chi fortunatamente non è stata vittima di violenza, perchè riconosca certi segnali e faccia qualcosa prima che quel demone chiamato ossessione prevalga.

Carezze di Fuoco è un pugno allo stomaco e vorace consapevolezza di sogni infranti, spazzati via da uno schiaffo, da un rapporto sessuale violento, dalle parole gelide che getta nella disperazione chi non ha il coraggio di ribellarsi, vuoi perchè non si sa dove andare, vuoi perchè si è convinti di non valere nulla, vuoi perchè l’anima è totalmente ridotta a brandelli.

Gli autori del CSU raccontano la violenza ma incoraggiano alla rivalsa, denunciano i soprusi attraverso un’antologia di racconti e in collaborazione con Stella e Aratro devolvono il ricavato alla cooperativa sociale Befree, contro le violenze e le discriminazioni, per dire NO alla violenza e ricominciare a vivere.

Giro Di Anime di Elena Fanti. Recensione a cura di Iana Pannizzo

Autore:
Elena Fanti
Editore:
Chiaredizioni
Collana:
Chiara young
Anno edizione:
2021
EAN:
9788885561410
DESCRIZIONE Sibilla ha sedici anni, è avventurosa e non ha paura di niente. Mentre sta esplorando una casa abbandonata durante un violento temporale, parte del soffitto le criolla addosso. Al suo risveglio, Sibilla si trova davanti un uomo ben distinto che le rivela di essere la Morte in persona. Dato che quello non era il giorno in cui sarebbe dovuta morire, la Morte le dice che avrà una seconda possibilità a patto che lavori per lei e la aiuti ad accogliere le anime. Sibilla accetta e si ritrova a condividere lo stesso destino con Leonardo, un imprenditore egoista ed egocentrico, morto a causa di un incidente stradale mentre guidava ubriaco Se pur riluttanti, i due iniziano a raccogliere anime e a imparare qualcosa in più sulla vita, ma soprattutto su loro stessi.

Giro Di Anime, è un romanzo breve che tratta il tema della morte e di come, spesso, le persone si dimentichino di avere una sola vita sprecando giorni preziosi in azioni e rapporti che non portano a nulla i buono.

Il libro si esaurisce in poche ore e lo stile di scrittura è deciso e di godibile lettura.

La trama si concentra sul punto di vista di due personaggi, un uomo e una ragazzina, che avendo sprecato la loro vita in terra, dovranno fare i conti con la morte e con se stessi per rivedere i propri comportamenti e avere una seconda possibilità di ripresa.

E’ apprezzabile da parte dell’autrice volere dare un messaggio importante ai lettori affinché, questi ultimi, possano avere un appiglio su cui riflettere.  

Purtroppo manca di spessore e del pathos che caratterizza uno stato di smarrimento e anche il finale facilmente prevedibile fa perdere interesse e coinvolgimento. Avrebbe potuto essere un gran bel romanzo ma si limita ad essere adatto per lo più ai giovani lettori.   

CSU (collettivo scrittori uniti)

Ciao lettori,

La grande famiglia del Collettivo Scrittori Uniti dà il benvenuto ad una nuova media partner.

Si tratta del blog Les Fleurs du mal di Alessandra Micheli.

Les fleurs du mal, letteralmente ” I Fiori del male”, ricorda molto una raccolta lirica di Charles Baudelaire in cui si cerca appunto di estrarre il bello dal male. Un nome azzeccato per un blog letterario, che sa raccontare tutta la bellezza dei testi degli autori.

Andate a dare un’occhiata al gruppo fb Les fleurs du mal blog.

Il gatto del bianco Natale di Florence McNicoll

Titolo del Libro: Il gatto del bianco Natale
Autore :  Florence McNicoll
Editore: Newton Compton Editori
CollanaAnagramma , Nr. 930
Data di Pubblicazione: 2020
Genereletterature straniere: testi
Pagine: 320
ISBN-10: 8822745396
ISBN-13:  9788822745392

 
DESCRIZIONE
Il Natale è arrivato anche nel rifugio per cani e gatti in cui Laura lavora, ma lei è troppo impegnata nella ricerca di una casa per Felicia, una splendida e altezzosa micina dal cuore d’oro. Il ragazzo di Laura, Rob, non riesce a capire perché lei passi così tanto tempo al rifugio, ma per lei gli animali non sono solo una professione: sono la sua vita. Più passa il tempo e più Laura sente di aver bisogno di un partner che sia sulla sua stessa lunghezza d’onda. Quando nove persone si presentano al rifugio, tutte alla ricerca di un cucciolo che possa portare un po’ d’amore nelle loro vite, una sola fa colpo su Laura. È Aron, un affascinante sconosciuto che si innamora a prima vista di Felicia. Nonostante il carattere diffidente della gattina, infatti, lui sembra essere riuscito a guadagnarsi la sua fiducia. Laura ancora non lo sa, ma il cuore di Felicia non è l’unico che Aron potrebbe aver conquistato… Un dolcissimo cucciolo cerca una casa per Natale… ma soprattutto un cuore pieno d’amore.

Una storia dolce che vale certamente la pena di leggere quando si ha voglia di una narrazione leggera e di scrittura scorrevole. L’autrice inserisce in una storia d’amore, il tema dell’abbandono degli animali, in questo caso dei gatti.

In questo romanzo, l’amore che prevale non è soltanto quello della classica coppia uomo-donna ma anche quella tra esseri umani e il proprio animale domestico, di quanto sia importante adottare un randagio e di quanto amore sia in grado di dare una creatura a quattro zampe. Pu non essendo il mio genere di lettura preferita, la storia mi è piaciuta perché in essa traspare quel senso di umanità che spesso si dovrebbe essere la regola di vita e che invece per molti è un’eccezione.

Naturalmente si corona anche nella protagonista un sogno di unione e d’amore ma a dispetto di molti altri romanzi questo è marginale. I veri personaggi principali della storia sono gli animali che non hanno voce e che si affidano ai loro angeli umani che si prendono cura di loro e fanno di tutto perché abbiano un focolare per il resto dei loro giorni.

Romanzo adatto a tutte le fasce d’età.

Pax Vobiscum: di Iana Pannizzo

Ciao lettori,

Dopo tante segnalazioni e recensioni nonché interviste per i libri altrui, ho l’immenso piacere di segnalare il mio primo romanzo breve, Pax Vobiscum, un thriller psicologico che vede la luce ad un anno dalla pubblicazione di Storie dell’altra favola, cinque racconti a sfondo gotico, ispirati alle fiabe.

L’idea di questo romanzo nasce dalla consapevolezza che l’idea del bene, spesso, è storpiata da quelle azioni che si macchiano di iniziative sconsiderate e che non sempre ripaga o viene ripagato dal senso di giustizia.

Buona lettura.

Iana Pannizzo

ASIN ‏ : ‎ B09ZSNPPKS
Editore ‏ : ‎ Independently published (8 maggio 2022)
Lingua ‏ : ‎ Italiano
Copertina flessibile ‏ : ‎ 99 pagine
ISBN-13 ‏ : ‎ 979-8819939376
Dimensioni ‏ : ‎ 14 x 0.58 x 21.49 cm


DESCRIZIONE
Nina e Maurizio giungono a Valle dei Pionieri, un arretrato paesino di alta montagna ubicato a nord ovest dell’Italia, per cercare Virginia, sorella di Nina e fidanzata di Maurizio. Purtroppo della giovane non si hanno notizie e sembra che nessuno degli abitanti l’abbia vista. Nel frattempo in paese, la vita dei valligiani è scossa dalla morte accidentale di Adele e le sue amiche si stringono nel dolore. Nessuna sospetta che dietro ci possa essere una mano assassina, una figura oscura con la ferma intenzione di vendicarsi di un torto subìto. Cosa possono aver mai fatto delle anziane signore di paese? Altre morti sconvolgono la quieta vita di montagna. Il male ricevuto genera altro male mentre si percepisce il senso di moralità mal riposta di esseri umani che per pareggiare un torto veniale compiono atti ben peggiori e assai più gravi di quelli di cui vogliono vendicarsi.


ESTRATTO

Alle quattro del mattino Valerio sentì i frati francescani cantare. Un nuovo mattino si levava prima dell’alba. Il cielo era ancora scuro e quella notte la temperatura era scesa di parecchi gradi sotto lo zero. L’allevatore aveva provato a scavare una buca ma il terreno era gelato ed estremamente duro, così optò per la montagna di letame che si aera accumulata a qualche metro di distanza dal capanno degli attrezzi che separava i silos e le stalle dal magazzino. Doveva affrettarsi e nascondere quella donna dai lunghi capelli biondi prima del sorgere del sole nel caso qualcuno passasse da quelle parti per caso. Sarebbe stato spacciato. In seguito, pensò, avrebbe fatto a pezzi quella giovane donna e data in pasto ai maiali cosicché nessuno avrebbe più potuto scoprirne il corpo e accusarlo, di nuovo. Quell’incubo non doveva più ripetersi. Più avanti, volgendo lo sguardo verso la sua abitazione, la luce che si era accesa in cucina gli fece intendere che sua sorella Amelia era già in piedi. La conosceva bene, durante la notte si svegliava sovente e non riusciva più a prendere sonno.

Alle prime luci del mattino, in una stanza fredda e buia, qualcuno scriveva su un vecchio quaderno di terza elementare e con la mano tremante e fremente di rabbia stilava veloce alla luce fioca di una candela.

C’era una ragazza in fondo al viale, ha visto tutto. Non ho potuto fare a meno di inseguirla per tapparle la bocca e farla tacere per sempre perché io non posso correre rischi. Correva veloce, veloce come una lepre. Ero nel panico, non riuscivo a starle dietro. Ma la fortuna era dalla mia parte perché ad un tratto, in lontananza, l’ho sentita urlare e poi il silenzio assoluto. Credo sia caduta in una buca, una delle tante trappole messe dal proprietario della fattoria. Avrà battuto la testa.  Sono felice che sia morta. Il caso ha svolto un lavoro che dovevo fare io.

Sarah Benedetto: Password: straniero. Segnalazione.

“PASSWORD: Straniero” è un romanzo uscito il 23 marzo 2022 di Sarah Benedetto, seconda edizione,
pubblicato da Amazon ISBN 9798438829645.
Genere: urban fantay – composto da 293 pagine – prezzo euro 15,00 (edizione cartacea) – euro 2,99
(edizione digitale).

PASSWORD: Straniero – quarta di copertina
I miei occhi sono ciechi, percepisco solo sensazioni, sento odori mai respirati prima e rumori di
insospettabile esistenza. L’aspetto arcano è che trovo tutto questo naturale: sono già stata qui.
Galeotto (è proprio il caso di dirlo!) fu un… distributore di benzina. Iris Crevatin ancora non lo sa, ma quella giornata sarà per lei l’inizio di un’avventura che travalica i confini del tempo e dello spazio.
Inviata a Lugano dalla casa editrice per cui lavora, con il compito di intervistare l’ingegnere Matt Di Sennar, Iris non crederà ai suoi occhi quando il bel “biondino”, come lo definisce sua madre, che l’ha salvata da guai certi presso il distributore di benzina è lo stesso ingegnere che dovrà intervistare.
Tuttavia, questa è soltanto una delle stranezze che avvolgono il misterioso “biondino”, stranezze che, Iris lo scoprirà sempre più a ogni ora che passa, vanno oltre ogni umana comprensione.
Chi è Matt Di Sennar? Perché sembra conoscere così bene Iris?
Primo di una trilogia, “Password: Straniero” è il divertente ma profondo romanzo che parla di destino, di predestinazioni… e di universi alieni. Con una sola premessa: siamo tutti figli dello stesso cielo.
Estratto
Iris è una giornalista che divide la sua vita professionale tra l’edizione di guide turistiche e la redazione di articoli scientifici. In occasione di un’intervista, incontrerà Matt Di Sennar, ingegnere magnetico e misterioso che le illustrerà le bellezze ecologiche e architettoniche di “Sogno sul Lago”, residence futuristico, e la guiderà alla scoperta degli straordinari poteri assopiti nell’animo terrestre.

Iris scoprirà di essere stata al centro di attenzioni da parte di personaggi peculiari, giunti sul pianeta Terra per portare soccorso ai suoi abitanti. La protagonista sarà travolta dalle spirali di odio e violenza che sconvolgono l’armonia terreste e inizierà il suo impegno a riequilibrare le disuguaglianze.
Non sarà semplice conciliare le nuove capacità con la vita familiare, lo strano ingegnere susciterà più di qualche perplessità nella quotidianità di Iris, ma la scoperta di dimensioni straniere e punti di vista sconosciuti stimoleranno la curiosità della giornalista in un’inarrestabile corsa alla conoscenza.
Ambientazione
Il romanzo è contemporaneo, ambientato in Europa: Italia, Svizzera, Spagna, Slovenia e Croazia.
Breve Biografia

Sarah Benedetto è nata a Trieste nel 1975. Vive in Slovenia, con la sua famiglia, in un paesino carsico immerso nel verde. Ama la natura e gli animali. Le gattine e le cagnoline di casa sono le sue Muse Ispiratrici. Gli Studi in economia e la professione fiscale non soffocano la creatività; scrive racconti e brevi favole matematiche per far divertire sua figlia.
Nel 2010 esce “Il Bagatto”, il suo primo romanzo.
“L’Inchino dei girasoli” è il secondo romanzo pubblicato – collana Policromia – edizioni Pubme.
Il 23 marzo 2022 pubblica “Password: Straniero”, primo romanzo di una trilogia URBAN fantasy
(riedizione del “Il Bagatto”).
Il 17 settembre 2021 riceve il Premio della Critica quale miglior autore al Meeting degli Scrittori Emergenti
di Noale (Ve)

Contatti:
Tel. 3476479371
http://www.sarahbenedetto.com
@sarahbenedettoscrittrice

Salone Internazionale Del Libro di Torino. Stand CSU(Collettivo Scrittori Uniti).

Ciao lettori,

Per noi che amiamo leggere, si avvicina la settimana più attesa dell’anno. Torino accoglie editori, autori, lettori che giungono da lontano solo per rivestirsi dei sogni racchiusi nei libri. Come dice una vecchia canzone di Branduardi “ Apri il libro, gira il foglio, poi la strada inizierà. Apri il libro, gira il foglio e dimmi cosa ci vedi”. 

E’ sempre un’emozione inspiegabile entrare e far parte della manifestazione più importante dell’editoria italiana, da ogni punto di vista. C’è ben poco da fare. Ogni volta che una persona prende in mano un libro e comincia a sfogliarlo è come assistere all’inizio di una storia d’amore.

Girare fra i padiglioni, perdersi fra gli stand, respirare i libri, inebriarsi della loro vista desiderando di acquistarne molti è vivere un sogno ad occhi aperti, per non parlare degli incontri con gli autori preferiti, l’emozione di trovarsi faccia a faccia con chi ci ha sempre fatto emozionare con storie avvincenti. Come sempre troveremo di tutto, dalle grandi alle piccole case editrici. Tuttavia, non esistono solo “ i pubblicatori con il loro marchio”.

Come sapete esiste una realtà che non ha nulla da inviare a nessuno. Una realtà forte, orgogliosa del suo operato, in cui si ritrovano tantissimi autori emergenti e non solo. Il collettivo scrittori uniti (CSU), fondato dall’intraprendente Claudio Secci, tiene testa ad altre realtà ben diverse e ad oggi consta di circa trecentocinquanta autori, forse anche di più.

 Claudio Secci e il suo direttivo (Jessica Maccario, Alessia Francone, Federica Martina, Manuela Siciliani, Manuela Chiarottino), sono autori che non hanno bisogno di molte presentazioni. Ogni giorno si spendono per riuscire a dare il meglio a chi li sceglie e si fida di loro.

Chi sono gli autori che fanno parte del CSU? E che genere potremo trovare nel loro stand? Presto detto. Nello stand CSU si può trovare davvero tutto. Immancabili le categorie del genere romance e del  thriller. Indubbi anche i romanzi horror, i gialli e il noir. Persino il genere a sfumatura gotica. Il Fantasy? Come non esserci? Libri per bambini ne avranno? Certo che sì.

Dulcis in fundo quest’anno una novità davvero particolare. Quest’anno lo stand vanterà di un libro scritto interamente dai ragazzini della scuola secondaria di Primo Grado Nino Costa di Moncalieri, che per bellezza e bravura non hanno nulla da invidiare agli autori affermati.

Si ha più della semplice motivazione per sbirciare fra le novità e per conoscere gli autori che ovviamente saranno presenti nello stand. PAD. 2  G32.

Dovevi Scegliere Me di Anna Nihil. Recensione a cura di Iana Pannizzo

Titolo  Dovevi scegliere me
Autore  Anna Nihil
Data di uscita  2022
Editore  Youcanprint
Pagine  222
ISBN  9791220387910

È il 1968, anno di grandi cambiamenti politici e sociali. Tra gli studenti universitari soffia aria di ribellione nei confronti di un sistema che considerano vecchio e ingiusto. Anche Gloria – diciott’anni e un diploma in tasca – vuole rivoluzionare la sua vita ma per quanto mediti da tempo di abbandonare la sua famiglia e il suo Paese, le manca un complice con cui realizzare il suo piano. A darle il coraggio di rompere con il passato e afferrare la libertà che ha sempre sognato è l’arrivo di un hippie. Ma, forse, i legami spezzati sono solo stati sostituiti da altri più insidiosi…

La narrazione fluida di Anna Nihil rende facile la lettura del suo ultimo romanzo dal titolo “Dovevi scegliere me”, in cui si cerca di affrontare delle argomentazioni importanti come il diritto alla libertà, l’amicizia e la complicità tra donne o la lotta al razzismo.

Purtroppo l’autrice, sebbene armata di buone intenzioni abbia solo tracciato queste tematiche, porta alla luce un punto di vista acerbo e rende la sua scrittura piuttosto naif.

La lettura è adatta ad un pubblico prevalentemente giovane, poiché un lettore con una coscienza più matura storcerebbe il naso ai diversi punti diseducativi che piombano qua e là nella storia.  

I protagonisti si presentano con poco spessore, in un amore immaturo, maschilista e totalitario. I personaggi si sottomettono a dubbi e gelosie piuttosto che maturare per la propria dignità. L’ipocrisia è mascherata da amicizia e le azioni più riprovevoli, non lesinando un certo vittimismo, sono mascherate da giustizia e vendetta solo per avere con la forza l’amore di un ragazzo; amore che tuttavia non prova.

Per quanto riguarda lo stile di scrittura si notano diverse ripetizioni e una discordanza dei tempi. La velocità su alcuni passaggi della vicenda non dà spazio ad uno sviluppo che avrebbe potuto rivelarsi interessante. Infatti, l’autrice riprende a sprazzi un periodo storico che avrebbe meritato più margine, invece riduce tutto ad una storiella romantica.

Benché la Nihil, in questo romanzo non abbia dato il meglio di sé, abbiamo fiducia che le narrazioni future possano maturare sensibilmente e che possa offrire ai lettori qualcosa per cui valga la pena di riflettere.

Segnalazione: Anna Nihil

Ciao Lettori,

Oggi vi segnalo l’ultimo romanzo di Anna Nihil. Il libro sarà presente al Salone del Libro di Torino presso lo stand CSU (Collettivo Scrittori Uniti).

E’ il 1968, anno di grandi cambiamenti politici e sociali. Tra gli studenti universitari soffia aria di ribellione nei confronti di un sistema che considerano vecchio e ingiusto. Anche Gloria – diciott’anni e un diploma in tasca – vuole rivoluzionare la sua vita ma per quanto mediti da tempo di abbandonare la sua famiglia e il suo Paese, le manca un complice con cui realizzare il suo piano. A darle il coraggio di rompere con il passato e afferrare la libertà che ha sempre sognato è l’arrivo di un hippie. Ma, forse, i legami spezzati sono solo stati sostituiti da altri più insidiosi…

ASIN ‏ : ‎ B09T5V22GH
Editore ‏ : ‎ Youcanprint (17 febbraio 2022)
Lingua ‏ : ‎ Italiano
Copertina flessibile ‏ : ‎ 222 pagine
ISBN-13 ‏ : ‎ 979-1220387910
Peso articolo ‏ : ‎ 340 g
Dimensioni ‏ : ‎ 14 x 1.42 x 21 cm